-La sopfaffazione della firtù umana tvofa disagio nel peftugio angufto dei soffusi sentimenti soffocati. (N. Vendola)
-Comunque vadano le cose, resterai sempre il nostro leader. (Enrico Letta)
-Fammi sapere a che ora arrivi. (Bernardo Provenzano)
-Ancora non mi accreditano il bonifico di Luglio. Gentilmente provvedi. (Veronica Lario)
-A casa tifiamo tutti per te. Un bacio grande anche da zio. (Ruby)
-Stiamo sulla stessa barca. Ti abbraccio guagliò. (Francesco Schettino)
-Tranquillo, hai una vita per rifarti. (Nicole Minetti)
-**********! (Angela Merkel)
-***!!! *****!!!!!!! ********!!!!!!!!! (Beppe Grillo)
-La vedo male. (Maurizio Gasparri)
-Presidente siamo con te! Saluti da Formentera. (Daniela Santanchè)
-Avessi preferito che ti avrebbi imprigionato io. Ma va bene anche così (Antonio Di Pietro)
-Se te ne vai ora, io chi espello? (Angelino Alfano)
-Io non ho cantato. (Mariano Apicella)
-Ti porto sempre dentro di me! In **** alla balena. (G. Ferrara)
-Pensi davvero che “L’Italia è il Paese che amo” funzioni ancora come inizio? (M. Renzi)
-Ma veramente rischi il carcere? L’ho saputo soltanto ora. (C. Scajola)
-C’è ancora il letto come l’hai lasciato tu. (V. Putin)
-Mangano poche ore. (M. Travaglio)
-Vodafone ti informa che Francesca ha disattivato la promozione You&Me. (Messaggio di servizio)
-Abbi me. (E. Fede)
-No, arance niente. Mi avanzano solo banane, appena posso te le porto. (R. Calderoli)
-Stai tranquillo, stasera parliamo della depressione da cellulite. (B. Vespa)
-Usa solo sapone liquido. Ripeto, solo sapone liquido. (F. Corona)