A volte, per spiegare dei concetti, e farsi comprendere da tutti, è necessario fare degli esempi pratici. Allora cominciamo col primo esempio.

Mettiamo il caso in cui, un giornalista locale, abbia avuto la possibilità di far entrare la propria moglie/compagna/fidanzata in un ASL, e questo giornalista (ma è realmente uno dei diecimila casi) scrive su un quotidiano importante, pensate mai che possa scrivere qualcosa contrario al governatore della regione che può, senza aver LEGALMENTE commesso alcun reato, decidere le sorti (economiche, di trasferimenti, orari e altro) della congiunta del giornalista?

Oppure, altro esempio, ma sempre uno dei tanti.

Un magistrato, pur compiendo LEGALMENTE il proprio dovere, può o non può decidere se è il caso di andare a scavare su un politico più che su un altro soprattutto se, su quello su cui non si scava è anche un referente del partito a cui fa fede il proprio sindacato di appartenenza?

Altro esempio?

Un dirigente, un colletto bianco che, nel momento in cui un partito va al governo, viene spostato, LEGALMENTE, in un ufficio senza avere potere operativo e, al suo posto, viene assunto un’altra persona, chiaramente a parametro di stipendio uguale se non più alto di quello precedente, Praticamente, ci si ritrova con uno stipendio in più, non inferiore ai 100 mila euro, da moltiplicare per migliaia di uffici che possono far capo a un sistema così frazionato del nostro paese, per questo motivo è interesse della politica mantenere diecimila strutture quando ne potrebbero servire al massimo 200.

Penso che sia nostro dovere pretendere che questo sistema, CAMBI, altrimenti i poveri continueranno ad aumentare, l’operaio che si sveglia alle 5 del mattino per andare a lavorare prenderà sempre uno stipendio di fame e la classe politica e chi ne fa parte, avrà sempre una posizione di privilegio, anche se LEGALE, IMMORALE in una situazione come la nostra.Immagine